Reddito cittadinanza: INPS, quante domande sono state accettate

Reddito cittadinanzaSono oltre un milione le domande di Reddito di cittadinanza accettate nel mese di settembre, +25% rispetto a gennaio, con il record nelle regioni del Sud.

Reddito di cittadinanza: INPS, stretta su chi rifiuta il lavoro 

I numeri fanno riferimento alle domande trasmesse all’INPS dai CAF, dai patronati e da Poste Italiane.

Reddito cittadinanza e Quota 100 - cosa prevede la Legge 26-2019

Reddito di cittadinanza, come funziona

Il Reddito di cittadinanza - la principale misura di politica attiva del lavoro, di contrasto alla povertà, alla disuguaglianza e all’esclusione sociale prevista dalla Legge di Bilancio 2019 - prevede l'erogazione di un beneficio economico, su base annua, composto da due elementi:

  • una componente ad integrazione del reddito familiare, fino alla soglia di 6.000 euro annui moltiplicata per il corrispondente parametro della scala di equivalenza; per la Pensione di cittadinanza questa soglia è incrementata a 7.560 euro;
  • una componente ad integrazione del reddito dei nuclei familiari residenti in abitazione in locazione, pari all’ammontare del canone annuo previsto nel contratto in locazione, come dichiarato a fini ISEE, fino ad un massimo di 3.360 euro annui. Per la Pensione di cittadinanza questo massimale è pari ad euro 1.800 annui.

L’erogazione del beneficio è condizionata alla dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro, da parte dei componenti maggiorenni del nucleo familiare, e all’adesione ad un percorso personalizzato di accompagnamento all’inserimento lavorativo e all’inclusione sociale.

I canali ufficiali per la presentazione delle domande sono tre: gli uffici postali, i CAF convenzionati e il sito web dedicato al Reddito di cittadinanza.

I dati INPS sui beneficiari del reddito di cittadinanza

A settembre risultano essere 1.190.593 i nuclei percettori del Reddito di Cittadinanza (RdC). Se si considerano anche i percettori di Pensione di Cittadinanza, si arriva ad un totale di 1.327.888 domande, in aumento del 25% rispetto a gennaio.

Nel periodo che va da aprile 2019 a settembre  2020, i beneficiari sono stati 2.977.331, di cui 2.526.679 cittadini italiani, 136.025 europei, 277.776 extracomunitari in possesso di permesso di soggiorno UE, 36.851 familiari delle precedenti categorie.

A fronte di 2.174.613 nuclei familiari che hanno fatto richiesta di RdC o Pensione di Cittadinanza all’Inps sono state accolte 1.494.167 domande (68,7%). La differenza è composta da 166.279 domande decadute, 128.784 in lavorazione, 551.662 respinte.

La regione con il maggior numero di percettori di Reddito di Cittadinanza è la Campania (248.565 nuceli), seguita dalla Sicilia (218.052), dal Lazio (111.704) e dalla Puglia (110.128). In queste quattro regioni risiede il 57,8% dei nuclei beneficiari.

Legge Bilancio 2019 - INPS, chiarimenti su Reddito di cittadinanza 

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.